IL VENTO CALDO DELL'AFRICA

ISBN 978-88-8220-246-0 Collane ,

Prezzo    € 18,00

Autore    Vito di Ventura

Anno       2019

Pagine    512

Questo libro è stato scritto da Vito Di Ventura espressamente in onore e in ricordo di suo suocero, Luca Fortiguerra, il protagonista di questa narrazione. È la stima e l’affetto per suo suocero che l’hanno portato a indagare sulla sua vita, “una vita vissuta intensamente, una vita tormentata”, e le sue vicissitudini: dall’infanzia alla giovinezza come giocatore nella squadra del Taranto, dalla guerra in Africa, a Massaua, alla prigionia nei campi di concentramento degli inglesi, e fino al ritorno in patria. Pure non è una semplice biografia, d’altronde il suocero non amava raccontare di sé, ma è il ritratto di un uomo, come tanti della sua epoca, e di un clima storico particolare, segnato pesantemente da privazioni, sacrifici e sofferenze generate dalla guerra. «La sua storia – scrive Di Ventura – è la storia di milioni di italiani». Vito Di Ventura, così, dietro l’apparente biografia del suocero, disegna magistralmente un ampio affresco umano e sociale, civile e militare, raccontato con una scrittura limpida e scorrevole come un romanzo, ma, da Generale di Divisione, attento e preciso nei particolari anche militari, come negli anni della guerra in Africa, o sottilmente psicologici; così scrive di Luca Fortiguerra: «Ogni tanto si lamentava di avere freddo, mentre noi non lo sentivamo: il caldo dell’Africa gli era rimasto addosso».

 

Vito Di Ventura è nato a Taranto nel 1949. Dopo il diploma, ha intrapreso la carriera militare ed è entrato nell’Accademia di Modena. È laureato in Scienze Strategiche (Torino) e Scienze Politiche (Trieste). Artigliere Controaerei ha frequentato, oltre a numerosissimi corsi di specializzazione in Italia e all’estero (Europa e Stati Uniti), il Corso di Stato Maggiore e il Corso Superiore di Stato Maggiore a Civitavecchia; lo Staff Course a Camberley (Gran Bretagna); il Centro Alti Studi della Difesa a Roma. Ha svolto vari incarichi operativi e di comando sia in Italia sia all’estero (Bosnia e Albania) ed è stato Addetto Militare a Londra (2001-2004). Ha comandato la Brigata Controaerei di Padova e il Centro Addestramento Artiglieria Controaerei di Sabaudia per poi congedarsi nel 2009 con il grado di Generale di Divisione. Oltre ad essere un militare, Vito Di Ventura ha sempre coltivato la passione per la pittura e la scrittura. È autore di numerosi articoli apparsi sulla Rivista Militare e su altre riviste specializzate. Suoi racconti sono stati pubblicati sul quotidiano di Latina Il nuovo Territorio e nella raccolta Racconti da Londra, 2007. Ha pubblicato: Vita da… pendolare, Cosenza 1999; Una Storia Bagnata di Salsedine, Roma 2008 (Premio LA.VI.TA. 2009 del Comune di Taranto); Qui Londra, Roma 2013; Il Pigiama dei Sogni, Roma 2016 (Premio “Magna Grecia” per la Letteratura 2016 e Finalista [2°] al Premio “Fiuggi Storia” 2016); Oceano, noi, Nuoro 2017.